Blog

Vita da fratelli

Una serata interamente dedicata aifratelli e alle sorelle di persone con disabilità – i cosiddetti “siblings” – che nell’ombra crescono troppo in fretta e vivono spesso in silenzio responsabilità e preoccupazioni, impossibili da gestire da soli. Sarà questo l’incontro intitolato “Vita da fratelli. Quando in famiglia entra la disabilità”, in programma per il 7 ottobre a Costabissara, nei pressi di Vicenza, con alcune interessanti testimonianze dirette di chi ha anche pubblicato libri, per raccontare la propria esperienza.

COSTABISSARA (VI). «Sono molti – sottolinea Sonia Zen, presidente dell’ANGSA Veneto (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) – gli àmbiti di vita che si intrecciano con la disabilità e spesso sentiamo più viva la voce dei genitori. Tuttavia anche ifratelli e le sorelle hanno un ruolo nella vita familiare, quando c’è un congiunto con disabilità, e a volte sisentono privati di attenzioni con un impoverimento della vita sociale, con genitori impegnati 24 ore al giorno con ilfratello o la sorella con disabilità, che spesso ne prosciugano letteralmente le energie. Può quindi accadere che messi difronte a responsabilità più grandi di loro, tendano a un misto di amore e odio verso il congiunto, mentre in altri casi l’esperienza può diventare una fucina di crescita e discelte professionali per la vita da adulti». Proprio aifratelli e alle sorelle di persone con disabilità, i cosiddettisiblings, sarà interamente dedicato l’incontro intitolato “Vita da fratelli”. Quando in famiglia entra la disabilità, in programma per venerdì 7 ottobre a Costabissara, nei pressi di Vicenza (Centro Elisa Conte, ore 20,30), a cura dell’Associazione di Promozione Sociale In viaggio con te, insieme alla citata ANGSA Veneto, allo Sportello Provinciale Autismo di Vicenza, alCoordinamento Autismo Veneto, all’Associazione ABAut e ad Autismo Triveneto.

Destinata principalmente a fratelli e sorelle di persone con disabilità – ma anche a genitori, psicologi, operatori, terapisti e insegnanti di ogni tipo discuola – la serata sarà moderata da Elisabetta Tonini e Chiara Bortolaso, presidente e vicepresidente diIn viaggio con te, e prevede l’intervento diRosa Capezza dell’Associazione capitolina RODA (Roma Diversamente Abile). Racconteranno poi la loro esperienza, nel corso di una tavola rotonda, Giulia Franco, psicologa e sorella di un ragazzo con disabilità, curatrice, assieme a Bianca Maria Scotton del libro Il guanto di mio fratello (Il Prato, 2016); Gaia Rayneri, che ha una sorella con autismo ed è l’autrice delfortunato libro Pulce non c’è (Einaudi, 2009), dal quale è stato tratto l’altrettanto noto film di Giuseppe Bonito; Diego Pelizza, fratello di un ragazzo con autismo e autore del libro Vola più in alto (CLEUP, 2015). (S.B.) Ringraziamo Sonia Zen per la collaborazione.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: wisteriablue2012@gmail.com (Elisabetta Tonini).

Superando.it del 05-10-2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Skip to content