Blog

Riconoscere la LIS: gli studenti di psicologia dalla parte dei sordi

Iscritti e insegnanti dell’università di Padova, autori del video “InSegnami…ed imparerò!” promuovono una campagna per il riconoscimento della lingua dei segni come lingua nazionale e per avvicinare i due mondi.

PADOVA. Il riconoscimento della lingua dei segni (Lis) come lingua nazionale è un grande passo da compiere. I vocabolari fraseologici o le video ricette sono solo alcuni esempi in cui la Lis si sta facendo strada anche attraverso il web. Ancora tanto il lavoro da fare: è ciò che sostengono gli studenti del corso di psicologia di comunità, capitanati da Alessio Vieno, docente dell’Università degli studi di Padova, che hanno dato vita al video “InSegnami …ed imparerò!”. L’opera è anche parte del progetto che prende appunto il nome di “InSegnami” e che ha lo scopo di avvicinare le persone alla comunità sorda creando una specie di ponte tra queste realtà grazie alla lingua dei segni. L’idea è partita da uno dei ragazzi del gruppo che ha seguito un corso di Lis organizzato dall’Ens (Ente nazionale per la protezione e l’assistenza dei sordi) di Padova e che ha deciso di portare un po’ delle sue conoscenze a chiunque avesse voglia di avvicinarsi a questo mondo. A sostegno del progetto si sono uniti anche i ragazzi di Radio Kaos ItaLis che hanno lanciato attraverso la radio una petizione proprio per il riconoscimento della lingua dei segni da parte dello stato italiano. La campagna di sensibilizzazione continua con l’iniziativa organizzata dagli stessi studenti a Padova, domani 19 giugno, dalle ore 16 alle ore 18, in piazza della Frutta. Presenti saranno oltre i ragazzi, anche studenti dei vari corso Lis, facenti parte dell’Ens, alcuni interpreti, e docenti che daranno informazioni utili sulla Lis con lo scopo di mettersi in gioco e creare un’opportunità di scambio tra la comunità dei sordi e il resto della comunità cittadina.

Le evoluzioni e gli aggiornamenti del progetto si possono seguire anche nella pagina fb. (sp)

PressIN anno VII / n. 1420 L’Agenzia di Redattore Sociale del 19062015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Skip to content