Blog

Il primo smartwatch in braille per i non vedenti

Una startup coreana ha inventato un gadget capace convertire qualsiasi testo in caratteri braille. A dicembre il lancio dei primi esemplari a meno di 300 dollari.

“Il 95% di 285 milioni di non vedenti non può leggere”, recita il sito di Dot, una startup coreana. Ma con la sua invenzione, uno smartwatch con caratteri braille mobili, la piccola azienda asiatica vuole invertire questa tendenza.

Il gadget ideato da Dot è essenziale nel design e si caratterizza per la presenza di quattro gruppi di sei punti mobili. Questi si alzano e si abbassano a seconda del testo da riprodurre, formando combinazioni di quattro caratteri braille alla volta. I vantaggi dello smartwatch sono due. Da una parte può convertire in braille qualsiasi testo: basta connetterlo tramite Bluetooth a uno smartphone per poter leggere con le dita messaggi o documenti più lunghi. Dall’altra, è davvero economico a confronto dei lettori in braille già sul mercato (meno di 300 dollari contro 2500). Dot arriverà sul mercato americano e canadese con i primi 10mila smartwatch a dicembre a un prezzo di circa 272 euro.

Di Silvia Malnati

Press-In anno VII / n. 1755 Daily Wired del 29-07-2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Skip to content