Blog

I templi di Paestum senza piu’ alcuna barriera

PAESTUM. I templi di Paestum senza barriere: ieri è stato inaugurato il percorso integrato per disabili. Il primo a percorrerlo è stato il direttore del parco archeologico Gabriel Zuchtriegel il giorno prima del taglio del nastro.

«Nei mesi scorsi a Paestum ci siamo confrontati con le norme in materia di accessibilità – afferma Zuchtriegel ­ per creare il primo percorso integrato che va all’interno di un tempio greco ancora in piedi, la cosiddetta Basilica. Ma non volevo aprire questo percorso senza sperimentare in prima persona se è effettivamente praticabile. Il mio grande rispetto a tutti coloro che si muovono in carrozzella in un mondo che deve ancora fare tanto per l’accessibilità».

Dopo essere stati chiusi al pubblico per 20 anni, i templi di Paestum vengono dunque riaperti a tutti i visitatori. La Basilica, il tempio più antico dei tre monumenti dorici di Paestum, sarà accessibile senza barriere architettoniche tramite un percorso sperimentale, sviluppato, grazie all’autonomia concessa al parco archeologico di Paestum nell’ambito della riforma del ministro Dario Franceschini, con il supporto scientifico della Soprintendenza archeologica della Campania. Una novità assoluta, considerato che la Basilica non è solo l’unico tempio greco di VI secolo a.C. conservato così bene, ma ora è anche l’unico monumento di questo tipo in tutto il Mediterraneo dotato di un percorso che assicura l’accessibilità a tutti i visitatori. In contemporanea, si apre il tempio di Nettuno, edificato nel V sec. a.C. e tra i meglio conservati di quel periodo. I visitatori potranno di nuovo camminare tra le colonne dell’edificio monumentale che incantò già artisti e scrittori come Piranesi e Goethe. Il tempio sarà aperto in alternanza con quello di Athena, posto sul lato più alto della città antica di Paestum. «Questa volta – conclude il direttore – si tratta di una apertura stabile». Ieri sera in occasione della prima serata di apertura al pubblico della Basilica, dalle 21 alle 22, si è tenuto un evento di musica elettronica tra i templi con il deejay TY1. Oggi si affronterà il tema della difesa del patrimonio con la mostra “Possessione – trafugamenti e falsi di antichità a Paestum”, aperta fino al 31 dicembre 2016, a cura del direttore Zuchtriegel. Il biglietto di ingresso al Parco è di un euro.

di Angela Sabetta

La Citta’ di Salerno del 03­07­2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Skip to content