Educazione all’Arte – Ludens nei diversi alfabeti (Hervé Tullet, Munari e Lionni)

Ambiti:
Ambiti trasversali:
Didattica e metodologie e Metodologie e attività laboratoriali
Ambiti specifici: Inclusione scolastica e sociale

L’obiettivo del corso è quello di rivalutare l’alfabeto del disegno (anche lo scaraboccchio) come ad es. nei testi: Colori, Un gioco e Un’idea in cui lo stesso alfabeto è la struttura importante del dialogo: lo strappare la carta, usare colori puri, pochi gesti eseguire il tutto fa parte di un linguaggio visivo in progressione in divenire per raggiungere il magnifico. Realizzare l’opera in costruzione che è l’opera d’arte in divenire, in itinere, il “mettere e togliere”, questa è però la sua bellezza che diversamente sarebbe satura. Lo stesso accade nelle opere di Munari nelle Macchine di Munari in cui il mettere e togliere è continuo; un continuo gioco perenne in cui si apprende a giocare.

Programma del corso:

Il progetto formativo, destinato a docenti della scuola dell’infanzia e primaria ha la finalità di trovare alfabeti, idee forti e da ripensare all’interno della filiera dei patti del libro (anche a scuola e non solo in biblioteca e nelle librerie indipendenti), risultante della ricerca dentro ognuno di noi della propria interiorità dandone la forma che si trova in fondo a noi stessi e facendo emergere i propri pensieri, relazioni sociali, ecc.

  1. Webinar teorici sui diversi alfabeti e quindi diversi autori/artisti

     – Webinar 1: Bruno Munari

     – Webinar 2: Leo Lionni

     – Webinar 3: Hervé Tullet

  1. Laboratori pratici con produzione di lavori singoli, simulazioni del vivere un piacere quando si realizzano immagini che rispecchiano idee visive.  I laboratori sul tema dello stupore in cui lo “scarabocchio” non viene lasciato ma successivamente messo in forma (v. The book with the hole, Hervé Tullet)

    – Laboratorio 1: dedicato a Munari

    – Laboratorio 2: dedicato a Leo Lionni

    – Laboratorio 3: dedicato a Hervé Tullet

Destinatari: Docenti scuola infanzia, Docenti scuola primaria, Personale Educativo
Competenze attese in uscita: Apprendimento dell’educazione all’arte giocando. L’apprendere del giocare è in realtà una modalità già consolidata negli anni ’70 con Munari e Lionni e poi proposta nei giorni nostri dall’artista Hervé Tullet.
Materiali e metodologie utilizzati: computer e piattaforma Gsuite
Docente: Francesca Pongetti
Sede e periodo  di svolgimento: Il corso prevede l’utilizzo della didattica a distanza e avrà la durata di 20 ore.
Tipologia di verifica finale: Test a risposta multipla

ISCRIZIONI APERTE

È possibile iscriversi al corso tramite la piattaforma SOFIA. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Skip to content