Blog

Latest news from our company

Never stop learning.

Giornata mondiale della consapevolezza dell’Autismo – 2 aprile 2021

Con il patrocinio oneroso del Consiglio Regionale
Con il patrocinio non oneroso di Comune di Senigallia, Terre della Marca Senone, ATS 8, AIB, CNA, Design for All Italia
Con la collaborazione di BCC, Paladini, SapereUbik, Zona Immagine
Si ringraziano: Liber, Raffaello Editore

PROGRAMMA
2 Aprile
Giornata mondiale dell’Autismo

19.00 M’illumino di blu: Accensione del monumento con luce blu a Senigallia e in contemporanea in
altri Comuni marchigiani che hanno aderito all’iniziativa, raccontandoci il loro monumento che intendono illuminare sia in modalità alfabetica sia in sistema di comunicazione Bliss (free commons copy).

In fondo alla pagina sono riportati i Comuni aderenti e i monumenti illuminati.

30 Aprile
OPEN DAY

9.30 – 12.45  In collegamento streaming dalla Biblioteca Speciale (per chi vorrà con la possibilità di seguirla in presenza, se le condizioni sanitarie lo permetteranno).
Alla giornata interverranno specialisti dell’ambito educativo, socio-sanitario e giuridico anche in un’ottica di sensibilizzazione della persona con disabilità e le sue necessità oltre al supporto psicologico alle famiglie.

Programma analitico

  • 9.15 – 9.30 Accettazione e collegamento streaming
    Introduce e modera Francesca Pongetti, presidente Fondazione A.R.C.A.
  • 9.30 – 10.00 Donatella Lombello Soffiato studiosa senior dello Studio patavino, già professore associato di Storia della Letteratura per l’infanzia all’Università di Padova, è stata direttrice dei Master sulla pedagogia della letteratura per l’infanzia e della lettura iconica, sulla pedagogia della biblioteca scolastica e per ragazzi
  • 10.00 – 10.30 Gianfranco Vitale, Ex professore di scuola secondaria di secondo grado, genitore di un uomo autistico e curatore della pagina facebook “Autismo: Persone, bisogni, diritti”
  • 10.30 – 11.00 Paolo Monina, Art Director dell’Atelier delle Arti: Elogio alla disarmonia
  • 11.00 – 11.15 Coffee Break
  • 11.15 – 11.45 Maddalena Palumbo, Psicologa, Certificata RBT, esperta nei disturbi dello spettro autistico in età evolutiva e dell’adolescenza
  • 11.45 – 12.15 Federica Ferro, Curatore speciale del minore, Amministratore di sostegno, da sempre impegnata nelle questioni attinenti i soggetti fragili, Avvocato esperto in diritto di famiglia e minori
  • 12.15 – 12.30 Francesco Rodighiero, Design for All Italia
  • 12.30 – 12.45 Presentazione dei lavori realizzati dalle scuole e donazione da parte della Fondazione agli Istituti Comprensivi partecipanti di albi illustrati divulgativi secondo l’approccio ST[R]EAM e un prototipo di gaming “per tutti” in modalità print e play, realizzato da Elisa Alessandroni

Comuni aderenti all’iniziativa
Dove e cosa vedere in Blu

Senigallia: Porta Lambertina
Corinaldo: Loggiato Comunale
Fano: Arco d’Augusto
Fratte Rosa: Chiesa di San Giorgio
Falerone: Chiesa di Cristo Re
Fermo: Monumento al Patrono San Savino
Mondolfo: Castello di Mondolfo
Ostra: Torre Civica
Porto San Giorgio: Fontana della Democrazia
San Benedetto del Tronto: Monumento al Pescatore
Serra De’ Conti: Torre Civica
Trecastelli: Villino Romualdo

Scarica la brochure e la locandina.

* Il programma potrebbe subire variazioni in base alla disponibilità del relatore.
Per partecipare online o in presenza è possibile inviare una mail a bibliotecaspeciale@fondazionearca.org o chiamando lo 0717931107

Che cos’è la disabilità intellettiva

Con il termine Disabilità Intellettiva, si definisce una disabilità nel funzionamento attuale della persona determinata dall’esito di una o più condizioni di alterazione dello sviluppo cognitivo e adattivo che coinvolgono la persona nella sua globalità – strutture e funzioni corporee, attività e partecipazione – e determinano una condizione umana complessa, che richiede particolare attenzione e impegno per quanto concerne sia gli aspetti diagnostico-riabilitativi sia quelli sociali, ambientali e personali.

“La disabilità intellettiva [ritardo mentale] è caratterizzata da limitazioni significative sia nel funzionamento intellettivo sia nel comportamento adattivo, che si manifestano nelle abilità adattive, concettuali, sociali e pratiche. Tale disabilità insorge prima dei 18 anni”

(Schalock et al., 2007)

DIAGNOSI
IL DSM5 INDIVIDUA TRE CRITERI NECESSARI PER EFFETTUARE UNA DIAGNOSI DI DISABILITÀ INTELLETTIVA:

  • Criterio A: Deficit delle funzioni intellettive, come ragionamento, problem solving, pianificazione, pensiero astratto, capacità di giudizio, apprendimento scolastico e apprendimento dall’esperienza, confermati sia da una valutazione clinica sia da test di intelligenza individualizzati, standardizzati;
  • Criterio B: Deficit del funzionamento adattivo che porta al mancato raggiungimento degli standard di sviluppo e socioculturali di autonomia e di responsabilità sociale. Senza un supporto costante, i deficit adattivi limitano il funzionamento in una o più attività della vita quotidiana, come la comunicazione, la partecipazione sociale e la vita autonoma, attraverso molteplici ambienti quali casa, scuola, ambiente lavorativo e comunità;
  • Criterio C: Esordio dei deficit intellettivi e adattivi durante il periodo di sviluppo.

FUNZIONAMENTO ADATTIVO
I soggetti con Disabilità intellettiva giungono all’osservazione più per le compromissioni del funzionamento adattivo che per un basso funzionamento intellettivo. Un problema adattativo è una limitazione della possibilità di adattamento all’ambiente cioè una difficoltà a rispondere alle esigenze che l’ambiente normalmente impone in rapporto all’età. Il funzionamento adattivo fa riferimento all’efficacia con cui i soggetti fanno fronte alle esigenze comuni della vita e al grado di adeguamento agli standard di autonomia personale previsti per la loro fascia di età, retroterra socioculturale e contesto ambientale. I problemi di adattamento sono più suscettibili di miglioramento con tentativi di riabilitazione di quanto non sia il QI cognitivo, che tende a rimanere più stabile. I vari livelli di gravità sono definiti sulla base del funzionamento adattivo e non dei soli punteggi di QI. È il livello adattivo che determina il livello di assistenza richiesto. I valori di QI risultano meno validi all’estremo inferiore della distribuzione del QI.

Caratteristiche Diagnostiche

  • Le caratteristiche essenziali della DI sono i deficit delle capacità mentali generali e un funzionamento adattivo quotidiano compromesso rispetto a quello di individui della stessa età e livello socioculturale.
  • Diagnosi basata su valutazione clinica e test standardizzati per le funzioni intellettive e adattive.

Esistono diversi livelli della disabilità intellettiva:

  1. Disabilità intellettiva lieve (85%)

Caratteristiche:

  • sviluppano abilità sociali;
  • minimi problemi sensomotori;
  • difficoltà apprendimenti scolastici anche fino alla V elementare;
  • diagnosticato tardi;
  • con una supervisione vita personale e sociale autonoma;
  • presentano spesso alterazioni emotive (50%): esibizione/collera-organizzazione rigida, trascinato da altri adolescenti;
  • inibizione/passività – sottomissione all’adulto.
  1. Disabilità intellettiva moderata (10%)

Caratteristiche:

  • presentano acquisite le abilità comunicative durante l’infanzia;
  • hanno ritardo psicomotorio;
  • cura personale con supervisione;
  • competenze scolastiche limitate (II elem.);
  • da adulti di frequente hanno difficoltà nel rispettare le norme sociali;
  • lavoro guidato.
  1. Disabilità intellettiva grave (3/4%)

Caratteristiche:

  • Non acquisiscono competenze comunicative fino alle classi elementari;
  • A scuola possono acquisire conoscenze minime (riconoscere l’alfabeto, contare…);
  • Contesti protetti e supervisionati;
  • Problemi relazionali: isolamento e stereotipie.
  1. Disabilità intellettiva profonda (1%)

Caratteristiche:

  • Spesso dipende da una condizione neurologica;
  • Difficoltà sensomotoria;
  • Incapacità comunicativa;
  • Piccoli compiti in contesti altamente supervisionati;
  • Alterazioni relazionali massicce: isolamento, stereotipie e nei casi più gravi automutiliazioni.

MANIFESTAZIONI E DISTURBI ASSOCIATI

Caratteristiche:

  • Quasi costantemente presente: un’alterazione del linguaggio: dove sono maggiori le difficoltà comunicative è più probabile che vengano attuate delle condotte impulsive o addirittura aggressive un’alterazione dello sviluppo motorio e delle prassie.

EZIOLOGIA

  • Le cause della disabilità intellettiva sono molteplici;
  • La disabilità intellettiva è il risultato finale comune di diversi processi patologici che coinvolgono il sistema nervoso centrale;
  • I processi non sono sempre facilmente identificabili con le attuali metodologie diagnostiche;
  • 30/40% dei casi di DI non ha una precisa eziologia;
  • Anomalie genetiche 25-50%;
  • Aberrazioni cromosomiche ca. 15%;
  • Riarrangiamenti subtelomerici 5-7%;
  • Aberrazioni cromosomiche submicroscopiche 5-20%;
  • Disordini monogenici;
  • Alterazioni prenatali-perinatali 15-25%;
  • Malformazioni SNC 15-20%;
  • Patologie metaboliche 1-5%.

CAUSE PRENATALI

Fattori di rischio

  • L’esposizione riconosciuta adagenti che alterino lo sviluppo embrionale;
  • L’incremento dell’età in cui avviene il concepimento;
  • La presenza di familiarità.

Fattori acquisiti

  • Esposizione ai raggi X durante la gravidanza specie nel primo trimestre;
  • infezioni virali della madre (rosolia, citomegalovirus, toxoplasmosi, varicella);
  • carenze alimentari gravi (microcefalia);
  • uso di farmaci in gravidanza;
  • abuso di alcool (sindrome fetalcolica) o di droghe;
  • emorragie cerebrali del feto per traumi, anossia o emorragie materne.

Valutazione

  • Diverse scale misurano il funzionamento (es. le Scale Vineland e la Scala dell’Associazione Americana per il Disabilità intellettiva);
  • Queste scale generalmente forniscono un punteggio clinico limite che tiene conto delle prestazioni in diversi ambiti di capacità adattive;
  • La scelta degli strumenti di valutazione e l’interpretazione dei risultati dovrebbe tener conto di fattori che possono limitare la prestazione (per es., il retroterra socioculturale del soggetto, la lingua madre, e gli handicap di comunicazione, motori, e sensoriali associati).

GAMELAB #giochieducatividigitalienonsolo

Laboratori per bambini, ragazzi adolescenti e giovani adulti
Per partecipare è necessaria la prenotazione, inviando una mail a bibliotecaspeciale@fondazionearca.org o chiamando lo 071.7931107.

Il laboratorio si terrà con un minimo di 5 iscritti.

L’iscrizione è obbligatoria e la Biblioteca Speciale fornisce la possibilità di seguirli online.

GAMELAB
#giochieducatividigitalienonsolo

Venerdì 22 gennaio:
Per il Ciclo “I luoghi del cuore”:
Un tuffo in piscina
Età: 6-10 anni
Orario: 17:00-18:00

Venerdì 29 gennaio:
Per il Ciclo “La salute vien mangiando”:
Chi mangia sano andrà lontano
Età: 3-6 anni
Orario: 17:00-18:00

Venerdì 5 febbraio:
Per il Ciclo “Un treno carico di diritti”:
Le donne che hanno cambiato il mondo
Età: 11-13 anni
Orario: 17:00-18:00

Venerdì 12 febbraio: Carnevale
La sfilata di Carnevale
Età: 3-5 anni
Orario: 17:00-18:00

Venerdì 19 febbraio:
Per il Ciclo “I luoghi del cuore”:
In città è arrivato il circo
Età: 11-13 anni
Orario: 17:00-18:00

Venerdì 26 febbraio:
Per il Ciclo “La salute vien mangiando”:
Alimentazione: impariamo a mangiare sano
Età: 16-18 anni
Orario: 17:00-18:00

Venerdì 5 marzo:
Per il Ciclo “Un treno carico di diritti”:
Maschio o femmina? Decido io
Età: 5-10 anni
Orario: 17:00-18:00

Venerdì 12 marzo:
Per il Ciclo “I luoghi del cuore”:
Una gita in montagna
Età: 3-5 anni
Orario: 17:00-18:00

Venerdì 19 marzo:
Per il Ciclo “La salute vien mangiando”:
Cosa mangio? Impariamo a classificare gli alimenti
Età: 11-13 anni
Orario: 17:00-18:00

Venerdì 26 marzo:
Per il Ciclo “Un treno carico di diritti”:
Oggi guido io: le cose da sapere per muoversi in sicurezza
Età: 5-11 anni
Orario: 17:00-18:00

Martedì 30 marzo: Pasqua
Caccia all’uovo!: decoriamo le uova di Pasqua
Età: 6-10 anni
Orario: 17:00-18:00

Bando Nazionale del Centro per il libro e la lettura:”Leggimi 0-6″

Lettori si nasce

Anni 2020 – 2021

Progetto di Mus-e Italia Onlus, con il contributo del CEPELL e del Mibact – Bando Leggimi 0-6
Progetto realizzato con il finanziamento del Centro per il libro e la lettura
Con la partecipazione degli Istituti Comprensivi di prossimità

ANNO 2020
Nel 2020 la Fondazione ha dato avvio ai lavori per dar vita ai primi due libri in editoria accessibile quali inbook: Il frutto del Paradiso e La guerra di Nina della Zefiro Edizioni di Fermo, che già facevano parte del patrimonio trasversale della Biblioteca Speciale, inseriti all’interno della sezione «Leggere Tutti».
Il primo titolo è stato tradotto ad opera della Fondazione nel corso del 2017; mentre il secondo è stato tradotto nel 2020.

Perché si è attivato il percorso di editoria accessibile? E che cos’è l’editoria accessibile?

L’inbook è un libro per tutti (IN-fanzia, IN-clusione, IN-sieme, ecc.) che permette anche alle persone con bisogni speciali, oltre agli stranieri, ai migranti, a coloro che non hanno accesso alla lettura “classica”, di poter accedere alla lettura. Inizialmente questo modello è nato all’interno dell’ambiente sanitario per poi passare a quello scolastico e bibliotecario in parallelo. Le famiglie, quindi, in biblioteca hanno potuto scoprire questo “particolare” libro prendendolo a prestito ed anche seguendo la lettura in modalità modeling a fianco della lettura del progetto nazionale NpL.
Il progetto mira alla formazione e al consolidamento delle comunità educanti, attraverso una rete che coinvolga tutti i soggetti coinvolti nella crescita e nell’educazione dei minori (scuola, famiglia, Terzo settore, privato sociale, istituzioni, ecc.), coinvolgendo soprattutto quelle che si trovano ai margini.

ANNO 2021
All’inizio del 2021 gli inbook Il frutto del Paradiso e La guerra di Nina saranno oggetto di percorsi di promozione della lettura 0-6, destinati alla scuola dell’infanzia e al primo anno della primaria al fine di innalzare il piacere della lettura non solo in testo alfabetico, ma anche in simboli.
I laboratori di promozione alla lettura dell’inbook saranno organizzati anche presso la Biblioteca Speciale che ha per le Marche il numero più elevato di tale tipologia di testo diversificati per complessità e su argomenti che spaziano dalle routine, alle prime scoperte, all’accettazione dell’altro e a momenti forti della vita.
La realizzazione dei laboratori sarà sia in presenza sia online, tenuto conto delle disposizioni dei decisori politici.

Progetto seguito da: 
Marina Ballanti, Bibliotecaria
Francesca Pongetti, Bibliotecaria, Diplomata alla Scuola di CAA, Benedetta D’Intino di Milano, Referente AIB – CNBP, Consulente per i servizi dedicati alle disabilità intellettive e relazionali
Sabrina Tobia, Volontaria della Fondazione A.R.C.A. – Onlus

*I laboratori con gli Istituti Comprensivi si terranno in modalità online se le condizioni sanitarie non dovessero permettere lo svolgersi in presenza.

Scarica le brochure:
Programma sintetico
Programma analitico

Lettori si nasce – Bando Nazionale del Centro per il libro e la lettura:”Leggimi 0-6″

Lettori si nasce

Anni 2020 – 2021

Progetto di Mus-e Italia Onlus, con il contributo del CEPELL e del Mibact – Bando Leggimi 0-6
Progetto realizzato con il finanziamento del Centro per il libro e la lettura
Con la partecipazione degli Istituti Comprensivi di prossimità

Lettura e Cervello: cosa ci insegnano le neuroscienze? 
Come il cervello è importante nell’agire della  lettura per tutti, nessuno escluso  
(pillole per i 0 – 6 e per gli adulti come mediatori della “parola” )

Leggere fin dai primi mesi di vita è un goal per la futura vita del piccolo che diventerà un adulto sicuramente con una maggiore consapevolezza di cosa il medium libro gli può dare. 

Benefici si riscontrano in: 

  • maggiore sviluppo del linguaggio, quindi un’alfabetizzazione precoce;  
  • comprensione del testo più “allargata”; 
  • sviluppo di abilità ricettive e comunicative; 
  • sviluppo di abilità cognitive più articolate che porteranno il lettore ad un  apprendimento permanente con qualunque tipologia di libri (libro 2.0, libri in simboli, inbook, ecc.) 

La pratica “ordinaria” di lettura ad alta voce all’interno delle mura di casa/domestiche riveste un ruolo di primaria importanza in quanto può essere da promotrice per meglio svolgere delle attività  in ambiente familiare (es. il vasetto è mio, metto in ordine, il libro delle regole, ecc.) e quindi rappresentare un evento significativo per la relazione o meglio la vita quotidiana del “lettore”. 

Quando un adulto legge assieme al bambino, infatti, quel momento assume il carattere di un tempo squisitamente unico di condivisione, in cui il libro diventa mediatore di stati emotivi, di interazione, di costruzione di significati e, parallelamente, di fortificazione del legame di attaccamento. Dunque la creazione di un’abitudine di lettura condivisa in famiglia fa leva simultaneamente su apprendimento e condivisione: un’occasione in grado di favorire una crescita del bambino nella sua totalità. Stessa cosa accade anche per quei lettori di età 0-6 che hanno bisogni speciali.

A loro fino a pochi anni fa la lettura scientifica non aveva dedicato lo spazio opportuno in quanto si credeva non potessero cogliere l’aggancio della lettura; in effetti poi si è visto che con libri 2.0, aventi quindi delle caratteristiche diverse, anche loro possono agire con il “libro” e quindi far emergere all’esterno il loro “essere” in maniera “piena” (anche attraverso contenuti di sole immagini). 

Non imporre a nessuno, ma proporre. Confluenza e contaminazioni dove nessuno è escluso.

Progetto seguito da: 
Marina Ballanti, Bibliotecaria
Francesca Pongetti, Bibliotecaria, Diplomata alla Scuola di CAA, Benedetta D’Intino di Milano, Referente AIB – CNBP, Consulente per i servizi dedicati alle disabilità intellettive e relazionali
Sabrina Tobia, Volontaria della Fondazione A.R.C.A. – Onlus

Scarica le brochure:
Lettura e Cervello: cosa ci insegnano le neuroscienze?
Leggere Tutti

Biblio-ability: promuovere le abilità di tutti

Progetto Regione Marche – Servizio Cultura per la promozione della lettura, promosso dalle biblioteche del territorio marchigiano – Anno 2021

Con la partecipazione dei Comuni e delle Biblioteche della Regione Marche, Terzo Settore, Istituti Comprensivi di prossimità
Con il patrocinio non oneroso di AIB – Marche

La Biblioteca Speciale vuole fare da “ponte” tra le agenzie ludico-didattiche, culturali e sociali attraverso il suo patrimonio, pensato per i bambini, ragazzi e adolescenti affetti da autismo, con disabilità intellettive e difficoltà di comunicazione e relazione. È necessario esporre il bambino, sin dai primi anni di vita, a strumenti di sviluppo (materiale didattico), senza che l’adulto faccia richieste. Dare a loro un numero di strumenti più “articolati” possibili, trasversali, utili anche per percorsi socio-educativi non solo di chiave montessoriana, ma anche utili per l’approccio ABA e TEACCH.
Molti di loro si trovano già al seguente link: https://www.fondazionearca.org/biblioteca-speciale/

Il progetto si svolgerà da gennaio a marzo ed è rivolto ai bibliotecari che operano sul territorio regionale, insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria di ruolo, a contratto e di sostegno degli Istituti Comprensivi del Comune di Senigallia e di prossimità, educatori e volontari; e prevede sia una parte di formazione per i professionisti, attraverso webinar online (che saranno poi disponibili anche registrati) sia di laboratori per bambini, ragazzi e adolescenti.

PROGRAMMA
Gennaio 2021
Questionario informativo indirizzato a tutti i potenziali destinatari pubblici, privati e Terzo Settore
Implementazione e diffusione di materiali del patrimonio “trasversale” con la realizzazione del VRD (virtual reference desk)

Febbraio 2021
Martedì 9 febbraio, 18.00-19.30
Webinar: Vita pratica e sviluppo della motricità fine in Maria Montessori (1h e 30)

Martedì 16 febbraio, 18.00-19.30
Webinar: Neuromotricità e sviluppo cognitivo (1h e 30)

Marzo 2021
Giovedì 25 marzo, 16.00-19.00
Webinar: L’approccio montessoriano e i maestri: Bruno Munari e Hervé Tullet (3h)

Venerdì 26 marzo, 16.00-19.00
Webinar: Materiali, giochi e libri di creatività con workshop (3h)

Laboratori con i Comuni e le Biblioteche aderenti della Regione Marche, il Terzo Settore e gli Istituti Comprensivi aderenti al territorio regionale
Laboratorio di giocoleria con tutti, facendoci aiutare dai materiali montessoriani ed anche degli approcci: ABA e TEACCH.

Progetto seguito da:
Arianna Altezza, Psicologa e Psicoterapeuta
Marina Ballanti, Bibliotecaria
Raffaela Maggi, Pedagogista, Presidente Nazionale del Centro Studi Itard, Docente presso l’Università Politecnica delle Marche e l’Università di Macerata
Immacolata Monaco, Psicologa, BCBA (Analista del comportamento certificato), esperta nei disturbi dello spettro autistico in età evolutiva ed adolescenza,
Maddalena Palumbo, Psicologa, Certificata RBT, esperta nei disturbi dello spettro autistico in età evolutiva ed adolescenza,
Francesca Pongetti, Bibliotecaria, Referente AIB – CNBP, Consulente per i servizi dedicati alle disabilità intellettive e relazionali

Gli webinar si svolgeranno in modalità online e saranno anche registrati.
*Il programma potrebbe subire variazioni in base alla disponibilità dei relatori

Per partecipare è necessario compilare il questionario, scaricabile da questo link, ed inviarlo via mail a bibliotecaspeciale@fondazionearca.org

Scarica la brochure

Leggiamo insieme #ioleggoacasa

Videoletture: Contro la noia da Coronavirus, Fondazione A.R.C.A.
Le videoletture che presentano l’asterisco saranno visibili sul canale youtube della Fondazione fino al 07/01/2021 compreso.

Natale è arrivato!, Raffaello Editore

Le videoletture saranno visibili sul canale youtube della Fondazione fino al 14/09/2020 compreso.

La Guerra di Nina, Zefiro Editore (in CAA)
Il frutto del Paradiso, Zefiro Editore (in CAA)
Non si morde, Anna!, Clavis (in CAA)
Perchè mio nonno ha i capelli bianchi, Zoolibri (in CAA)
Ape Tina fa una gita, Fare Leggere Tutti (in CAA)
Piccola Luna, Il Castoro (in CAA)
Luca va a casa dei nonni, Clavis (in CAA)
Bobo va dal dottore (in CAA)
Il fatto è, Lapis (in CAA)
Il treno corre (in CAA)
La mia giornata, Clavis (in CAA)
La lepre e la tartaruga (in CAA)
Anna impara a sciare, Clavis (in CAA)
Il grande autobus rosso (in CAA)
La formica e la colomba (in CAA)
La volpe e la cicogna (in CAA)
Il Natale di Luca, Clavis (in CAA)
Qualcosa da dire, Zoolibri (in CAA)
Il piccolo coniglio bianco, Kalandraka (in CAA)
Come te, Bohem Press (in CAA)
Giulio Coniglio e le api, Franco Cosimo Panini (in CAA)
Orsetto e la notte buia (in CAA)
Insieme si fa festa, Lapis (in CAA)
Camminando nella foresta (in CAA)
E il lupo non passa, Lapis (in CAA)

La strada che non andava in nessun posto, Emme Edizioni (in lettoscrittura)
L’uomo che rubava il Colosseo, El Edizioni (in lettoscrittura)
Nell’erba, Babalibri (in lettoscrittura)
La Balenottera Mar, Round Robin (in lettoscrittura)
Che cosa ci vuole, Emme Edizioni (in lettoscrittura)

Testi tradotti dalla Fondazione:

Davide e la piscina in giardino
Arturo, Kalandraka
Domenica delle Palme
La Bibbia raccontata ai più piccoli: Pasqua
Oh, che uovo!, Bohem Press

Monumenti:
Porta Lambertina di Senigallia
La Fontana di Piazza del Risorgimento a Corinaldo
La Torre Civica di Ostra
Il Chiostro di San Francesco a Ostra Vetere
Il Villino Romualdo a Trecastelli
La Torre Civica di Serra De’ Conti
Il Castello di Mondolfo
Il Monumento al Pescatore a San Benedetto del Tronto
Il Monumento a San Savino a Fermo

Altre storie:
Gesù moltiplica i pani e i pesci
Il dono del Natale
Istantanee d’amore
Affamato come un lupo
Dalla chioma
Grande Gatto Piccolo Gatto
Forme in gioco
Il libro bianco
Florence
Fiabe e favole per imparare (Rai Scuola)
Alice incontra il coniglio
La povera Cenerentola
Il cane Gigetto e gli occhiali
Leggenda indiana del Ponte Arcobaleno
Il servo povero e la gattina
L’elefante dalla proboscide corta
La cosa più importante
La settimana di Bruco Bruno mai sazio
La volpe affamata
Massi va in fondo al mare
Matematica I
Moby Dick
Noemi impara a parlare
L’orchetto smemorato
Chi è Pinocchio
Storia di una lumaca
Io resto a CAAsa
Sulla collina
#Fiabesenzacorona (Audiostorie)
La giornata di Daisy
La filastrocca di primavera
La grande fabbrica delle parole (Audiostoria)
Il pentolino di Antonino (Audiostoria e CAA)
Leggere: Forte! Ad alta voce fa crescere l’intelligenza (Podcast)
Formichina (lettura in CAA e attività di comprensione del testo)

Spieghiamo a tutti il Coronavirus

Comportamenti da seguire: (norme istituzionali)
Nuovo Coronavirus: 10 comportamenti da seguire
Come lavarsi le mani?
Coronavirus: i 10 comportamenti da seguire (in CAA)

Le storie per spiegare il Coronavirus:
Margherita e il Coronavirus (in lettoscrittura)
Margherita e il Coronavirus (in CAA)
Il Coronavirus spiegato ai bambini
Il piccolissimo virus (in CAA)
Lettera di un professore sul COVID-19 (in CAA)
Il Coronavirus con parole facili, Auxilia (simbolizzazione base ed estesa)
Come mai non si va a scuola?, Auxilia (simbolizzazione base ed estesa)
Perchè non posso più andare a scuola a causa del COVID-19? (Storia sociale per bambini non verbali)
Perchè non posso più andare a scuola a causa del COVID-19? (Storia sociale per bambini ad alto-funzionamento)
La Strega Sanaconda e la guerra di virulandia (in lettoscrittura)
Il Coronavirus spiegato ai bambini. Una storia di fiducia (Audiostoria)
Io resto a casa (Videostoria)
Ci vuole la mascherina!
Covid il Barbaro (Videostoria)
Il Dottor Li e il virus con in testa una corona
La Mascherina, Filastrocca di Marco Moschini, scritta per la Fondazione A.R.C.A. (in simboli e lettoscrittura)
Noi e la mascherina! – Da colorare (Storia sociale modello base e lettoscrittura)
Noi e la mascherina! – A colori (Storia sociale modello base e lettoscrittura)

Risorse Digitali

Riportiamo una selezione di portali, siti e/o app in cui poter usufruire gratuitamente di Risorse digitali quali Audiolibri, Ebook, ecc.

ReteINDACO
Mlol – Media Library Online
(nell’attuale situazione è possibile iscriversi da remoto inviando una mail a bibliotecaspeciale@fondazionearca.org e compilare il documento che la Biblioteca invierà)
AudioBooks (iOS)
iTeleBooks (iOS)
iBooks (iOS)
EBook gratis per l’emergenza, Gallucci Editore
LibriVox Audiolibri (Android)
GIDIF-RBM Associazione dei documentalisti biomedici italiani: COVID-19: la ricerca nei database e le risorse open degli editori
Ad Alta Voce (Rai Play Radio)
Seterra: quiz per esplorare e conoscere i paesi di tutto il mondo
Doodly (creazione di video)
Pablo: cartone animato sull’autismo

Impariamo giocando

La Fondazione si rende disponibile per la realizzazione, da parte dello staff della biblioteca, di strumenti in “comunicazione per tutti”. A seguire alcuni esempi di materiali, che possono essere personalizzati, o realizzati su argomenti specifici su richiesta.
Per informazioni sui materiali potete contattarci tramite la casella di posta bibliotecaspeciale@fondazionearca.org

Area Apprendimento e Didattica:

 

Skip to content