Libri su Misura e Libri in Simboli (IN-Book)

Il Libro “SU MISURA” è un libro adeguato ai bisogni di uno specifico bambino, tagliato come un “vestito di sartoria”: nel modo di leggere, nell’argomento, nel testo, negli aspetti emotivi, nella grafica e immagini, nell’accessibilità fisica, nell’accessibilità comunicativa.

Esistono due tipi di Libri “SU MISURA”:

1. Libro Personalizzato: è un libro completamente nuovo, creato proprio per uno specifico bambino, che racconta esperienze per lui emotivamente significative. E’ adatto per utenti piccoli, di livello grave o con severo deficit di comprensione linguistica, che hanno particolare difficoltà a sostenere le relazioni ed a mantenere il livello di attenzione.

2. Libro Modificato: parte da un libro esistente in commercio e si modifica, nel testo e nei contenuti, per renderlo pienamente accessibile e fruibile.

La produzione dei Libri Personalizzati, tagliati su ogni singolo bambino, è molto dispendiosa, in termini di tempo, per gli operatori e le famiglie.

Essi vanno utilizzati per il primo aggancio ma possono poi essere affiancati dallo scambio dei Libri Modificati che vengono prodotti con minori alterazioni del testo di partenza (più facili da costruire).

Per esempio, partiamo da un testo classico come Cappuccetto Rosso:

In un Libro Personalizzato la fiaba non si utilizzerebbe affatto perché si tratta appunto di una storia completamente nuova derivata dall’esperienza di vita del singolo bambino.

In un Libro Modificato Cappuccetto Rosso comparirebbe ma adattato ed inserito in un contesto modificato sulla base del vissuto del bambino: per esempio, al posto delle focacce, i cookies, oppure al posto del bosco una grande città.

Gli IN-Book:

Sono Libri tradotti in simboli che devono circolare ovunque ed essere tecnicamente “adeguati”, generalizzabili e non equivocabili.

Devono essere fatti in modo da far capire a chi li usa che sono costruiti non come un ausilio per immagini ma come una lingua vera e propria. Le lingue si caratterizzano per la loro stabilità e riproducibilità, anche se le usiamo in modo più complesso man mano che i bimbi crescono.

Per questo parliamo di traduzione in simboli con lo stesso significato che si usa quando si parla di traduzione da una lingua ad un’altra. In questo senso i libri in simboli sono utili anche nel caso di persone di lingue e culture diverse, e funzionano come un’inter-lingua o lingua universale.

Il risultato della traduzione in simboli del testo originario, consiste in una sequenza di immagini che costruiscono vere e proprie frasi, ottenendo una struttura complessa a partire da elementi primari, come avviene nel linguaggio naturale.

Secondo l’esempio già fatto, in un IN-Book Cappuccetto Rosso comparirebbe attraverso la fedele traduzione in simboli dal testo originario.

 

Per approfondire vai alla pagina “Approfondimenti sugli IN-Book”.

Vedi anche la pagina: Libri Alternativi e Accessibili.

 

Letture sull’argomento:

IN-Book: libri modificati per una lettura inclusiva, da “LiBeR”, n. 98, p.42-57

Leggere diversamente e leggere tutti: piacere più che educare tra carta, “bit” e modeling, da “Andersen”, n. 309, gennaio/febbraio 2014, p. 29-31

La biblioteca che non fa la differenza, da “Il Pepe Verde”, n. 61/2014, p. 40-42

Lettura, palestra emozionale: la narrazione come miscellanea di emozioni, da “LiBeR”, n. 102, p. 31-34

Con quella faccia un po’ così: gli stati emotivi nei libri per i piccolissimi, da “LiBeR”, n. 102, p. 39-43

Tocco, quindi leggo, da “LiBeR”, n. 104, p. 60-63