Corso di Vela per bambini/ragazzi “diversi”

Terza edizione (estate 2016)

boats

Quando si ha a che fare con bambini/ragazzi con disabilità intellettiva, è fondamentale accogliere “tutti”, lasciando l’ambiente dell’attività invariato; ciò significa creare un ambiente in grado di accogliere le tante diversità.

L’ambiente non deve essere “improvvisato”; è necessario avere un programma ed un piano d’azione flessibili e modificabili in base alla situazione, ai feedback, alle condizioni che si vengono a creare nello spazio Vela.

Questo per aiutare bambini e ragazzi ad ampliare i loro interessi, meglio le loro autonomie.

Il corso si propone come alternativa agli sport più comunemente praticati.

OBIETTIVI:

Offrire un’occasione di conoscenza e interazione con i pari attraverso giochi ed attività all’aria aperta attinenti e non all’argomento Vela (puzzle, memory, matches, In-Book, ecc.);

Stimolare l’interesse sia verso altri coetanei sia verso un’attività sportiva alternativa legata ad un luogo amato dai bambini/ragazzi quale la spiaggia;

Rafforzare contemporaneamente le capacità di attenzione/interazione e comprensione/produzione verbale.

DESTINATARI:

Il corso è rivolto ad un piccolo gruppo di bambini/ragazzi con disabilità cognitiva ed anche altre “diversità” (autismo, sindrome di down, disabilità intellettiva, etc.).

Ai bambini/ragazzi è data la possibilità di modificarsi, tenendo in considerazione le particolari caratteristiche di ciascuno, facendosi aiutare anche con la risorsa dei bambini/ragazzi “tipici”.

PERIODO e DURATA:

Il 17 giugno alle ore 18:00, presso i locali della Biblioteca Speciale, si terrà un incontro informativo-conoscitivo con le famiglie e gli operatori che vorranno aderire al Corso di Vela, gli istruttori, il supervisor socio-educativo del corso e la psicologa della Fondazione.

Il corso avrà una durata di 3 mesi, con inizio giovedì 23 giugno prossimo; gli incontri si terranno poi settimanalmente la mattina di ogni mercoledì dalle 9:00 alle 11:30, nello spazio di spiaggia adibito al Club Nautico e Lega Navale all’inizio del Lungomare Mameli (spiaggia di Ponente).

ORGANIZZAZIONE e FIGURE:

Ad ogni incontro saranno presenti e guideranno i bambini/ragazzi gli educatori/operatori di riferimento (privati e non) oppure gli stessi genitori. Essi avranno il compito di guidare i bambini/ragazzi e di essere loro di supporto.

La mattinata sarà organizzata in diversi momenti ognuno dei quali è stato pensato con uno specifico scopo da parte dei conduttori del corso.

FIGURE PRESENTI:

Ad ogni incontro, oltre agli skippers, saranno presenti anche i volontari della Fondazione A.R.C.A., con le seguenti figure di riferimento:

  • il supervisor Vincenzo Mirenda, Psicologo esperto in Analisi Applicata del Comportamento
  • la psicologa Michela Perlini
  • gli skippers Giacomo De Carolis, Marco Clementi e Gabriele Bandirali.

Tutti gli incontri saranno pianificati e monitorati dalle figure sopra elencate.