Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA)

caa2La CAA è ogni tipo di comunicazione che sostituisce o aumenta il linguaggio verbale. E’ un insieme di modalità di comunicazione, apparso in Italia circa 15 anni fa nella pratica clinica, inteso a compensare la disabilità temporanea o permanente di individui con bisogni comunicativi complessi. Successivamente la CAA si è estesa agli ambiti sociale ed educativo.

La CAA non è una tecnica riabilitativa ma una modalità di intervento che deve essere presente in tutti i contesti di vita, a 360 gradi.
La CAA utilizza tutte le competenze comunicative dell’individuo, includendo la vocalizzazione o il linguaggio verbale esistente, i gesti, i segni, la comunicazione con ausili e la tecnologia avanzata, compensando le difficoltà di comunicazione espressiva (ciò che esce) e recettiva (ciò che entra).

Scopo della CAA è proprio quello di incrementare la comunicazione funzionale spontanea al fine di uno scambio di relazione tra individui e di un raggiungimento di scopi comunicativi (richiedere, rispondere, commentare, descrivere..) per prevenire un impoverimento comunicativo, simbolico e cognitivo, e anche la comparsa di disturbi del comportamento e relazionali.

L’approccio CAA:

  • Stimola la naturale abilità del bambino a sviluppare la comunicazione verbale (quando possibile);
  • Traduce i bisogni ed i desideri del bambino in atti di comunicazione (esternalizzazione);
  • Incrementa lo sviluppo cognitivo, emozionale e linguistico del bambino:
    • Lo aiuta a pensare e ad essere curioso;
    • Facilita la trasmissione e comprensione delle proprie ed altrui paure ed emozioni nella vita quotidiana;
    • Ascoltando la lettura da parte dell’adulto, assieme alla presenza delle immagini, ne accresce le capacità di comprensione e di pensiero narrativo.
  • Aumenta la comunicazione espressiva e recettiva in maniera più rapida rispetto al solo linguaggio verbale.

La CAA è una metodologia multimodale che stimola, supporta, fornisce, accresce, migliora e integra.

Nell’ambito dei “Libri Alternativi”, gli strumenti della CAA, in ordine crescente di autonomia personale, domestica e sociale sono:

  • Libro PERSONALIZZATO
  • Libro MODIFICATO
  • IN-BOOK (“IN” come INsimboli, INclusione, INtegrazione, INsieme, INterazione, INput, INfanzia… libri curiosi, accattivanti, comprensibili, da scambiare, condividere e mettere a disposizione… a scuola, in biblioteca, a casa, ecc.).

I bambini speciali sono quelli che trarrebbero maggiori vantaggi dall’essere “esposti” alla lettura ad alta voce: al contrario, sono quelli a cui meno si legge e al tempo stesso è difficile individuare e reperire, nell’editoria per ragazzi, libri adatti a loro.

La soluzione più semplice ed immediata, in mancanza di strumenti e tecniche mirati alla costruzione di libri personalizzati e modificati, è quella di utilizzare gli IN-Book. La letteratura scientifica rimarca l’importanza di iniziare con il libro personalizzato e/o modificato quando il caso è di entità grave a livello cognitivo.

Scarica la Brochure ↓

Bibliografia essenziale:

Dyrbjerg, P. e Vedel, M., L’apprendimento visivo nell’autismo: come utilizzare facilitazioni e aiuti tramite immagini, Erickson, 2008

Cafiero, Joanne M., Comunicazione aumentativa e alternativa: strumenti e strategie per l’autismo e i deficit di comunicazione, Erickson, 2009

Zanghellini, Annalisa, Comunicazione Aumentativa Alternativa nella scuola dell’infanzia: l’esperienza di un insegnante, Tesi di laurea, Libera Università di Bolzano, Facoltà di Scienze della Formazione (Corso di laurea Scienze della Formazione Primaria), Anno Accademico 2009-2010

Sartori I., Disabilità cognitivo-linguistica e comunicazione aumentativa alternativa, Angeli, 2010

Costantino A., Costruire libri e storie con la CAA, Erickson, 2011

Solari S., La comunicazione aumentativa e apprendimento della letto-scrittura: percorsi operativi per bambini con disturbi dello spettro autistico, Erickson, vol. 1, 2009, vol. 2, 2013

Beukelman, David R. e Mirenda, P., Manuale di comunicazione aumentativa e alternativa, Erickson, 2014

Storie con la CAA 1, Erickson, 2012

Storie con la CAA 2, Erickson, 2012

Storie con la CAA 3, Erickson, 2014

Sitografia essenziale:

http://sovrazonalecaa.org (Centro Sovrazonale di Comunicazione Aumentativa, Milano)

www.isaacitaly.it (Società internazionale per la Comunicazione Aumentativa e Alternativa, Sezione italiana)

www.isaac-online.org (International Society for Augmentative and Alternative Communication)

www.benedettadintino.it (Fondazione Benedetta D’Intino)

www.comune.brugherio.mb.it (Biblioteca comunale di Brugherio)

www.comuneverdello.it (Biblioteca comunale di Verdello)

http://aac.unl.edu (Barkley AAC Center, Stati Uniti)

www.autism.org.uk (The National Autistic Society – UK)