Mostra Fulvio Paci

E’ stata prorogata fino all’8 agosto 2018 la mostra antologica di Fulvio Paci, allestita presso lo Spazio Arte (in via Fratelli Bandiera, 29) dove sono esposte incisioni e acrilici.

Nell’esposizione sono presenti alcuni acrilici in cui il pittore ha voluto sperimentare l’inserimento di oggetti nella composizione per creare degli effetti materici. Ciò è la rappresentazione del pensiero del pittore degli ultimi anni: la plastica  che diventa decorazione e prende una certa forma. 

La produzione incisoria  si appoggia a stampatori sia di acquaforte sia di acquatinta. “Uso molto il colore…e vedo il colore” – dice Paci – “sono un appassionato dell’acrilico: rosso,  viola e azzurro”. Il Palazzo ducale di Urbino e alcuni scorci della città ducale appartengono al suo ritorno in Urbino:  gli amanti che sono attorno alla città. Il cavallo, che piace molto al pittore, perché simboleggia la docilità poiché è stato al servizio dell’uomo, rappresentato sullo sfondo di Urbino, diventa un’immagine molto amata dal pittore. Essa è riprodotta molte volte e unisce due momenti importanti la nostalgia e la passione per il lavoro.  Quindi, il dipinto “Gli amanti sulla vecchia Urbino” sintetizza la poetica di Fulvio Paci.     

Le dodici incisioni, che vanno dal 1973 al 2002,  hanno per lo più soggetti figurativi:  “Sole e amanti” e “Amanti e cavallo” e il periodo con gli “Amanti e cavallo a Urbino” dove appunto viene rappresentata la città sullo sfondo così come in “Eco di Ricordi”. La tecnica calcografica è in acquaforte-acquatinta a colori piuttosto che in bianco e nero, perché rispecchia meglio il mio modo di sentire e il mondo pittorico degli acrilici”. La  tecnica Fulvio Paci si basa esclusivamente sull’uso del colore acrilico e sabbia con l’aggiunta di diversi materiali quali plastiche di varie forme, cartoni ondulati, pezzi di legno, sassi, conchiglie, cordicelle e altro che man mano sono incollati e poi colorati sulla tela o su delle tavole di legno. La tematica, ora, è di un genere astratto sia per quanto concerne il risultato pittorico sia per i titoli delle opere poiché devono rappresentare sensazioni profonde e sentimenti intimi.  

In occasione della mostra di Fulvio Paci, la Fondazione A.R.C.A. ha organizzato un laboratorio di arte creativa, il prossimo 5 agosto,  dal titolo il “Palazzo incantato”, condotto dall’esperta delle arti Cristina Messora, per approfondire i soggetti e la tecnica pittorica dell’artista Urbinate. L’incontro con i bambini è presso la Biblioteca Speciale della Fondazione A.R.C.A. Onlus, in via Maierini 34 a Senigallia alle ore 21.

Per quanti siano interessati all’attività didattica, si consiglia di prenotare in anticipo chiamando ai seguenti contatti: tel. 071 0975279 – 0717931107.